Come struccarsi e che prodotti usare - Bio Edition

Oggi affrontiamo un argomento caro a molte: lo struccaggio! Ci siamo passate tutte. Dalle salviette all'olio di cocco e adesso siamo confuse su quale sia effettivamente il metodo migliore per struccare il nostro viso e la delicata zona del contorno occhi. In questo post non troverete indicazioni mediche, verità assolute o dettami da seguire pedissequamente, ma solo alcuni consigli basati sulla mia esperienza. 


Come struccare gli occhi

La zona del contorno occhi è molto delicata perché la pelle è sottile. Ne consegue che è una zona ricettiva e risponde bene a trattamenti mirati ma che soffre molto le aggressioni. Dal momento che andiamo a struccare mascara, eyeliner e matite dobbiamo evitare che lo struccante scelto o il residuo del make up vada all'interno dell'occhio irritandolo. Sarebbe opportuno rimuovere il make up sempre ad occhi chiusi per poi pulire la rima inferiore con un cotton fioc ed, infine, mettere anche qualche goccia di collirio, all'eufrasia, all'acido ialuronico o alla malva, per essere sicuri di aver lasciato l'occhio pulito. Proprio in ragione di ciò andrebbe evitato l'utilizzo di oli puri perché nel caso in cui entrassero a contatto con gli occhi potrebbero irritarli e causare, nel migliore dei casi, un fastidioso appannamento. Inoltre, proprio perché la pelle è sottile ed è ricettiva agli ingredienti usati, gli oli puri, che vengono assorbiti meglio e più velocemente, potrebbero irritare o stimolare le ghiandole sebacee presenti nella rima palpebrale provocando l'insorgere dei grani di miglio. Per evitare tutto ciò bisogna solo fare attenzione. Come?
  • Lavare il viso con acqua calda e massaggiare delicatamente le ciglia ad occhi chiusi. In questo modo iniziamo già a sciogliere il makeup e renderemo più veloce e semplice l'operazione di struccaggio successiva.
  • Utilizziamo sempre poco prodotto di volta in volta, che sia un'acqua micellare o un olio puro. Ridurre le quantità di prodotto evita che possa entrare negli occhi irritandoli.
  • Versiamo lo struccante scelto su un dischetto di cotone e appoggiamolo sull'occhio muovendo leggermente le dita. Andremo così a facilitare la rimozione del makeup senza rischiare di irritare gli occhi. Se dovessero esserci ancora residui, ripetiamo la stessa operazione una seconda volta.
  • Passiamo un cotton fioc umido di acqua tra le ciglia superiori e inferiori per rimuovere tutto con la massima cura.
  • Laviamo accuratamente con un detergente o un sapone delicato la zona. 
Per struccare gli occhi possiamo scegliere di utilizzare il prodotto che meglio tolleriamo e non mi sento di fare alcuna discriminazione nel caso in cui si scelga un olio di cocco o un'acqua micellare. Basta solo, come accennato, usarlo con cognizione. Nel caso in cui scegliate di usare oli puri applicateli su un dischetto di cotone o pad lavabile precedentemente bagnato con acqua di rubinetto o acqua termale. Versate poi sopra qualche goccia di olio puro ed andate ad appoggiarlo sugli occhi cercando di fare quanti movimenti più leggeri possibili per la rimozione. In questo modo sul vostro dischetto si crea uno struccante bifasico istantaneo che eviterà di ungere la zona. 

Come struccare il viso

Per struccare il viso possiamo usare meno precauzioni ma dobbiamo comunque assicurarci di pulire a fondo tutto senza lasciare residui, di make up o dello struccante, perché solo in questo modo possiamo evitare di avere imperfezioni e pori dilatati. Possiamo scegliere la formulazione che più ci piace: un' acqua micellare, uno struccante bifasico, una crema o latte detergente. Quello che va sempre fatto è il risciacquo con sola acqua, nel caso in cui abbiamo scelto come struccante un'acqua micellare, o con acqua e sapone, se abbiamo preferito prodotti a base oleosa. Ritengo che sia molto utile accompagnare la detersione del viso, nonché l'ultimo risciacquo, ad un accessorio che possa aiutarci nel pulire a fondo la pelle come un pad in tessuto o una spazzolina viso, elettrica o manuale.

Che prodotti usare

Dopo avervi parlato della mia tecnica ecco che vi elenco i prodotti con i quali mi sono trovata meglio sinora per struccarmi.

Struccanti Bifasici


MissTrucco Green Ethic propone una linea di struccanti bifasici destinati ad essere utilizzati su viso ed occhi. Quelli due in foto, Entu e Soi, hanno una formulazione molto semplice composta da un idrolato, olio di mandorle ed, infine, la vitamine C ed E. Sono molto delicati e non bruciano agli occhi. Mi piace utilizzarli perché sulla pelle hanno un tocco morbido e riescono a rimuovere efficacemente ogni tipo di make up senza la necessità di strofinare. Li uso con soddisfazione sia per gli occhi sia per il viso e non lasciano la pelle unta ma si rimuovono facilmente con acqua e sapone. 

 Acqua Micellare


L'acqua micellare è un tipo di prodotto molto interessante a mio avviso perché può essere utilizzato sia sugli occhi che sul viso. Le micelle presenti in queste formulazioni consentono di sciogliere il trucco e lasciano la pelle completamente pulita. In foto vedete l'Acqua di Rose Micelle Alkemilla e l'Acqua Micellare Essere. Sono entrambe molto valide ed hanno una capacità struccante molto elevata al punto che riesco a rimuovere senza dover strofinare anche i mascara più resistenti ( Maybelline o Benefit). Allo stesso tempo, però, sono delicate e non mi irritano gli occhi né mi seccano la pelle. Nello specifico, l'acqua micellare essere è formulata solo con ingredienti lenitivi e calmanti come la Calendula e la Camomilla e purificanti come Rosmarino e Salvia; si presta per essere utilizzata sulle pelli più sensibili e reattive. 

Detergente


Dopo aver rimosso il make up con uno struccante bifasico per gli occhi e un'acqua micellare per il viso, passo sempre a detergere accuratamente la pelle perché la mia è grassa e piena di imperfezioni e l'unico modo per tenerla a bada è quello di pulirla a fondo. Sin da sempre preferisco utilizzare alla sera saponette solide per la pulizia del viso perché riescono a darmi una sensazione di pulizia profonda e mi assicurano la rimozione di ogni residuo di olio usato per struccare. Il Sapone Artigianale Antiage di Alkemilla è composto da olio di cocco, olio di oliva e olio di avocado. La schiuma che ne viene fuori dal contatto con l'acqua è morbida e soffice e quando vado a massaggiarlo sul viso è come una carezza. Questo sapone mi aiuta a rimuovere eventuali residui di makeup e struccanti ma nutre molto la pelle. Lo consiglio anche a chi ha la pelle secca, sia del viso che del corpo, perché la sua azione pulente è efficace ma delicata. Lo utilizzo anche per pulire i pad struccanti che uso per rimozione del trucco e vengono subito puliti senza alternare la morbidezza del cotone. Apprezzo molto, e ci tengo a segnalarvelo, che questa saponetta nonostante sia artigianale rimane solida e compatta utilizzo dopo utilizzo; mentre mi è capitato con altre produzioni di ritrovarmi saponette completamente rovinate dall'acqua che tendevano a sciogliersi diventando mucose.


La Nuvola Struccante di Neve Cosmetics è una mousse detergente che, stando alle indicazioni dell'azienda, potrebbe addirittura essere utilizzata per rimuovere il make up ma nel mio caso si è rivelata inefficace per questo utilizzo. Al contrario, la trovo eccellente per la pulizia del viso dopo averlo già struccato. La soffice schiuma che ne viene fuori va massaggiata sul viso e poi risciacquata. La profumazione è leggermente floreale e la pelle dopo il risciacquo la sento molto pulita, senza residui di unto, ma non tira. 

Pad struccanti occhi e viso 


Spesso vi ho manifestato la mia intolleranza verso i dischetti di cotone perché li considero uno spreco, sia economico che ambientale. Prediligo da sempre l'ulizzo di prodotti lavabili e riutilizzabili come i pannetti in microfibra e le spugne di mare. Negli ultimi mesi sto utilizzando i pad lavabili di MissTrucco che vengono realizzati a mano. La linea mira a soddisfare le esigenze di tutte e, quindi, prevede pad di diversi tessuti e dimensioni. In un post apposito ve li mostrerò tutti, mentre oggi mi limito alla recensione del mio preferito: pad double face nido d'ape/spugna. Questo pad di 10x10cm ha una parte in spugna che io utilizzo per rimuovere il make up dal viso e dagli occhi ed una parte in nido d'ape che uso per passare il detergente e completare la pulizia del viso. Questo pad è molto sottile e, quindi, non risulta per nulla aggressivo o irritante sulla delicata zona del contorno occhi ma riesce a dare una leggerissima zona esfoliante che permette di rimuovere tutte le impurità. E dopo più di un mese d'uso posso dirvi che la differenza si nota: i pori dilatati sono più stretti e meno visibili. Come vi anticipavo io li lavo con acqua calda e con la saponetta Alkemilla, lascio poi asciugare tutta la notte tenendolo appeso ad un gancetto in bagno. Una volta ogni 20 giorni lo metto in lavatrice.  


Spero che conoscere la mia routine dedicata allo struccaggio serale possa tornarvi utile, per qualsiasi dubbio o chiarimento non esitate a contattarmi. 

La meravigliosa latta che vedete in foto l'ho acquistata aderendo al progetto di donazione per la ricerca organizzato da Famiglie Sma, spero che ognuno di voi possa contribuire secondo le sue possibilità e volontà. Vi basta seguire questo link. Grazie. 






5 commenti

  1. Adoro quelle acque micellari e voglio provare in futuro i pad con i prodotti di miss trucco <3

    RispondiElimina
  2. (ho scritto il commento ma è sparito O.o spe lo riscrivo XD se è doppio tu lo cancelli XD )

    Sappilo, a causa di questo articolo ho comprato ieri il sapone di alkemilla *_* (amante anche io dei saponi solidi per il post struccaggio e la mattina *_* )
    Articolo utilissimo E... la foto di apertura è meravigliosa!!!

    RispondiElimina
  3. Al collirio dopo l'aver struccato gli occhi non ci avevo mai pensato: grazie del suggerimento, probabilmente nel mio caso potrà essere una mano santa, visto che soffro di blefarite e gli struccanti oleosi possono aumentarmi il problema.

    RispondiElimina