Neve Cosmetics | MUTATIONS COLLECTION - swatch, comparison, makeup look

Al ritorno dal Sana 16 ho trovato a casa l'ultima collezione Neve Cosmetics. Essendo stata piuttosto impegnata con gli eventi e gli incontri della fiera non ero nemmeno riuscita a leggere con attenzione il comunicato stampa dei giorni precedenti. Aprendo il pacco mi sono molto meravigliata quando non ho trovato nessun prodotto minerale (= in polvere), ma c'erano solo cialde e pastello. Questo cambio di rotta lo trovo in linea con i tempi e mi sento di complimentarmi con l'azienda per aver ascoltato le richieste delle utenti. 



La MUTATIONS COLLECTION parte da un concetto astratto di bellezza e si concretizza in tonalità che dovrebbero rievocare il futuro, ovvero sfumature grigie e fosforescenti. I pezzi che la compongono sono molteplici ed ognuno di loro può essere considerato un all over, un prodotto utilizzabile su viso, occhi e labbra indistintamente. Ciò significa che se il tono di una pastello occhi vi ispira come rossetto, potete usarla senza problemi anche sulle labbra; così il viceversa (pastello labbra sugli occhi). La collezione è composta, quindi, da:
  • cinque ombretti in cialda ( Robot, Human, Ufo, Future, Newton)
  • un blush in cialda (Pill)
  • quattro pastello labbra ( Confusion, Experiment, Alternative e Delirium)
  • sei pastello occhi (Distortion, Paradox, Serendipity, Reversal, Illusion e Opposite)
  • palette professionale personalizzabile magnetica

Robot 

Grigio opaco dal sottotono taupe. Classico e modulabile, perfetto come colore di transizione.

Ho probabilmente dei gusti noiosi ma questo ombretto è tra tutti il mio preferito perchè è quella tonalità perfetta tra marrone e grigio, quel taupe neutro freddo che va benissimo su tutte le carnagioni fredde appunto. La texture è molto liscia e per nulla polverosa. In questi giorni lo sto utilizzando principalmente per la sfumature della piega palpebrale ma può essere utilizzato anche a tutta palpebra per creare degli smokey medio chiari. In armocromia è sicuramente Estate Soft Profonda, ma possono usarlo anche le ESC per le sfumature. 


Come vi anticipavo Robot ha una buona componente di marrone che lo rende molto più naturale rispetto a City Wolf e al 10 che, invece, essendo molto grigi e freddi possono rendere il makeup livido. 

Human

Rosso sequoia (redwood) dal finish vellutato e sottotono marsala. Da provare anche come blush!

Nell'ultimo periodo tutte le aziende cosmetiche stanno producendo ombretti rossastri o viola su base borgogna (come Ufo che segue) e questo trend non mi dispiace affatto perché ho sempre avuto una certa affinità con i makeup vampireschi. Va subito detto che questi non sono ombretti facili da indossare e bisogna usare dei trucchetti, come quello di contornare tutto l'occhio con una linea sfumata di matita nera o marrone in modo da creare uno stacco tra la palpebra truccata di rosso e l'occhio. Human è un ombretto caldo e io lo vedo bene su Autunno Profondo, Autunno Assoluto, Autunno Soft Profondo se adeguatamente scurito con ombretti più intensi. Mi piace la finitura rosa che ha. 


La base rossa tra Fahrenheit e Human è veramente molto simile ma il finish opaco per l'uno e satinato per il secondo li rende due ombretti molto diversi ma entrambi validi se usati - a piccole dosi -  come blush. Grenadine che, stando ai miei ricordi, avrei detto fosse identico è in realtà molto più rosa/fucsia ed, infatti, è un ombretto da Primavera. 

Ufo

Borgogna metallico e magnetico, dalla bellezza ultraterrena.

Come appena detto sopra, Ufo non è una tonalità nuova ed originale ma merita comunque di essere presa in considerazione perché ha una resa pazzesca! Già con una sola passata il colore è pieno e vibrante e mi scuso se lo swatch non riesce a mettere in mostra nemmeno 1/3 della reale resa. Rimane molto luminoso anche sulla palpebra ed a me è durato circa 6 ore anche senza un primer occhi sotto. Anche questo è a sottotono caldo ed in armocromia può andare bene per Autunno Profondo e Autunno Soft Profondo.


Juno Moon è molto più violaceo, mentre Daphne2 risulta meno pigmentato e intenso seppur abbia la stessa composizione di marrone e borgogna.

Future

Lilla pastello evanescente e modulabile. Nel 2020 andrà di moda anche come blush.

Questa tonalità su di me è oscena ed, infatti, non ho nessun altro ombretto vagamente simile per fare un paragone. Si tratta di un lilla freddo che risulterà bellissimo sulle ragazze chiare e fredde ( Estate Chiara, Estate Soft Chiara e Estate Assoluta). Anche questo ha una texture molto sottile e non è polveroso.


Newton

Riflessi lilla caldo su base trasparentissima. Un effetto speciale oltre i limiti della tridimensionalità, da sperimentare da solo o sovrapposto ad altri colori.

Di tutta la collezione Newton è senz'altro la tonalità più innovativa e dalla texture più interessante; infatti, ha un prezzo maggiore rispetto agli altri ( 5.80€ anziché 4.20€). Come ombretto può essere utilizzato più che altro per creare punti di luce o all'angolo interno o a centro palpebra ma lo immagino bellissimo come illuminante sugli zigomi per le fredde. La base è bianca ma i riflessi rosa-lilla lo rendono veramente unico. In armocromia, dovrebbe essere adatto alle Inverno Assoluto ma credo che a piccole dosi anche alle Estati Chiare dovrebbe andare bene. 


Jellyfish ha una vaga somiglianza nei riflessi ma rimane un ombretto a base glitter e, quindi, è un prodotto differente. Agata è quello che più ricorda la texture e la tonalità di base ma questo è un ombretto piatto mentre Newton è quasi gangiante. Pegasus è molto più trasparente ed ha una componente oro che a Newton manca. 

Pill

Albicocca corallo fluo dal finish opaco. Delicato ed evanescente come una cipria, rivela la sua anima mutante se stratificato o applicato su una base chiara.

Pill è l'unico blush della collezione ma volendo può essere utilizzato anche come ombretto. Tra tutti è quello le cui prestazioni mi hanno delusa un po' perchè è molto poco pigmentato. Considerato, però, che la tonalità così pastello e pescata può star bene solo a ragazze dalla pelle molto chiara e calda credo che la poca scrivenza sarà un vantaggio. Per le Primavere Chiare e le Primavere Chiare Soft sarà perfetto. 


Pastello Labbra

Per le labbra abbiamo quattro validissimi pastello la cui resa mi sembra assolutamente migliore delle precedenti che io già amavo. Queste matite possono essere utilizzate o per delineare il contorno della labbra oppure per riempire tutte le labbra, come fossero rossetti. La durata è altissima perché nel mio caso dopo la cena erano solo sbiadite al centro. I colori di questa collezione sono tutti freddi ad esclusione di Confusion che è l'unica calda. 


Experiment è, secondo me, il colore più difficile da indossare perchè troppo freddo e con troppo grigio. Se messo su una carnagione scura e calda farà effetto affogata nel Tevere e, quindi, eviterei. Mentre sui sottotoni freddi (come le Estate Soft Chiara) dovrebbe andar bene anche se non benissimo. Alternative, seppur anch'esso molto freddo, ha un'alta percentuale di rosa malva e sulle Estate Soft Chiara andrà benissimo soprattutto per dare un tocco di brio al look.  Di queste tonalità non ho molte matite labbra perchè sono delle sfumature che non mi donano particolarmente. La matita 09 di Purobio si avvicina molto a Experiment ma ha meno grigio e, quindi, come effetto la preferisco perché risulta più naturale. Fenicottero è molto più accesa e satura di Alternative.


Delirium è la pastello labbra che più ha riscosso maggiore successo in questi giorni, ed a ragione direi, perchè è stupenda! Il sottotono è freddo ed ha una buona percentuale di rosso e magenta. Anche se poteva sembrare concettualmente simile a Sfilata posso assicurarvi che sono del tutto diverse. Sfilata è più accesa e fucsia, mentre Delirium è più profonda e mantiene una base rossa parecchio evidente. In armocromia risulterà stupenda su Inverno Profondo, ma anche su Inverno Profondo Soft. 


Confusion è la mia preferita e ci voleva proprio un bel colore così! Tra le quattro è l'unica pastello a sottotono caldo e risulta molto marrone anche se poi sulle labbra esce fuori un pizzico di rosso. Rispetto alla matita Nude di Avril è molto più intensa e calda. Per le Autunno Assoluto sarà perfetta così come anche per le Autunno Soft Profondo più calde. 


Pastello Occhi

Per questa collezione sono previsti ben sei pastello occhi che, come vi anticipavo, possono anche essere utilizzati sulle labbra. La differenza sta nel fatto che questi, essendo pensati per durare a lungo anche all'interno della rima interna, hanno una texture più asciutta e meno morbida delle pastello labbra. In passato non mi sono quasi mai trovata bene con le matite per occhi di Neve Cosmetics perchè oltre a durarmi poco tendevano a sbavare. Posso confermare, però, che a partire dalla collezione Wild Eyes la loro qualità è assolutamente migliorata al punto che tutte le volte che le indosso sono poi costretta a struccarle perchè mi durano veramente moltissimo. Delle sei nuove nuance proposte io ho utilizzato moltissimo Paradox che è un verde petrolio su una base grigia veramente molto bello e a lunghissima tenuta, anche nella rima inferiore interna. Distortio, invece, l'ho utilizzata come rossetto e me ne sono innamorata perchè è una tonalità di viola molto interessante. Le altre non ho, invece, avuto ancora modo di utilizzarle perchè sono dei toni troppo particolari per i miei makeup banali e noiosi ma in futuro mi sforzerò di utilizzare qualche look più interessante per metterle alla prova! 



Serendipity ed Illusion sono a sottotono caldo e si tratta di tonalità pastello che possono essere utilizzate sulle Primavere Chiare. Reversal e Opposite, invece, sono fredde e possono andare per le Estate Chiara. Paradox e Distortion io li vedo bene sulle Inverso Soft Profondo. 


Sono molto soddisfatta di alcuni pezzi di questa collezione e il concept l'ho trovato molto grazioso e meritevole di attenzione. Ringrazio, ancora una volta, l'azienda per avermi dato l'opportunità di mostravi in anteprima questi prodotti. Potete già trovarla disponibile e in sconto sul sito Neve Cosmetics e presso tutti i rivenditori fisici ed online del brand.

6 commenti

  1. ero stra curiosa di leggere il tuo articolo perchè sempre inerente all'armocromia *_*
    E ti dirò... non sei strana, perchè Robot lo sto amando follemente anche io... e... forse ti stupirà conoscendomi, (amante dei colori folli)ho perso la testa per confusion (bho mi ci vedo troppo bene con lei *_* )

    RispondiElimina
  2. Grazie per la descrizione minuziosa e le foto chiarificatrici!
    Ho adocchiato Distortion, paradox e delirium...<3

    RispondiElimina
  3. Invece a me.non ha colpito molto. Non ha senso avere in blush che andrà di moda nel 2020. A me interessa usarli adesso XD. Gli prodotti che mi hanno colpito ( e che acquisterei) stati paradox delirium e ufo come blush 😍

    RispondiElimina
  4. confusion e human mi hanno rapito il cuore sin dal cs e rivedendoli qui adoroooo <3

    RispondiElimina
  5. Mmh... Non mi piaceva un bel niente di questa collezione ma a vederla così Pill potrebbe tornarmi utile in tante occasioni e Confusion non mi pare affatto male! Saranno secoli che non ordino roba di Neve :'D

    RispondiElimina