[TAG] Top 5 Everyday Lipsticks

La mia cara mogliettina Ciulla mi ha nominata in un delizioso non-tag a tema rossetti ed oggi ho finalmente trovato gli oggetti da mostravi. Lei e Stefania hanno pensato di dare il via alla mostra dei Top 5 Everyday Lipsticks. Per Everdyday Lipsticks può intendersi quel che si vuole perchè dipende da come ciascuna di noi si rapporta col make up e con i rossetti nello specifico. Per quel che mi riguarda posso senz'altro dire che il colore non mi spaventa e truccandomi ogni giorno vario spesso la scelta del rossetto. Quindi, non vedrete nude e nemmeno mlbb perchè sono rossetti che non uso praticamente mai. Per tutti i giorni utilizzo sempre dei rossetti colorati!




Come rossetto da tutti i giorni io intendo un rossetto veloce, ossia che abbia una texture di facile applicazione e che mi consenta in breve tempo di ottenere un risultato piacevole anche quando le mie labbra sono screpolate. I cinque rossetti che ho scelto sono quelli che utilizzo più spesso quando vado di fretta o sono troppo pigra per concentrarmi sulla scelta di rossetti più difficili da indossare. Per tale motivo non vedrete alcun matte, anche se comparirà una tinta. Cominciamo?

Funny Face - Nars

Fucsia profondo e sobrio impreziosito da una satinatura blu\violacea.
Mi piace perchè ha una texture molto sottile che non fa strato e che non ha bisogno di matite come contorno. Dura molto e riesce a ravvivare qualsiasi make up occhi. 

Viva Glam Rihanna 1 - Mac

Rosso (caldo, forse) con riflessi oro.
E' uno degli ultimi rosetti acquistati ma si è già posizionato nella classifica dei miei preferiti. Il finish frost permette di stenderlo molto in fretta e lascia le labbra luminose e idrate per tutta la durata del rossetto. 

Matt-erial Girl - Catrice

Berry vivace con un pizzico di viola.
Questo economico rossettino è ormai fuori produzione ed è un vero peccato perchè la sua ottima resa me lo ha fatto amare sin da subito. Gentile regalo di Carlotta, lo utilizzo tutte quelle volte in cui voglio un po' di colore senza dannarmi nell'applicazione. Il finish opaco non secca le labbra e dura abbastanza. 

Pink Rose - Benecos

Malva rosa con una punta di beige.
Lui è così morbido ed idratante che merita di essere definito burrocacao colorato *_* E' quello che tengo in borsa perchè posso applicarlo anche senza bisogno di uno specchio e risulta sempre adeguato. La sua consistenza morbida non assicura una lunga durata ma può essere ritoccato senza difficoltà tutte le volte che si vuole.

Olè Flamingo - Bourjois

Fucsia freddo brillante.
Questa tinta è stato il migliore acquisto del 2014. Ha una grana sottile, per ottenere un colore pieno e brillante servono più passate. Essendo poco spessa si riesce a stendere con precisione sul contorno direttamente dall'applicatore e se si vuole un risultato meno brillante una passata è sufficiente per dare colore alle labbra. Tra i vantaggi ha quello di durare moltissimo, sono arrivata a testarlo sino a 12h mangiando e bevendo, e non secca le labbra.



Per questo post taggo:


22 commenti

  1. Sono uno più bello dell'altro e ti stanno tutti molto bene. La prossima volta che vado in bioprofumeria proverò il rossetto Benecos. ;)

    RispondiElimina
  2. Il rossetto di Benecos mi ispira moltissimo devo assolutamente provarlo *_*

    RispondiElimina
  3. Con questo Pink Rose mi farete morire di curiosità**

    RispondiElimina
  4. ciao,diciamo che il benecos mi tenta eh,anche io ho il rossetto catrice,mi piace tantissimo!

    RispondiElimina
  5. tutte sfumature di rosa/rosso ...belle :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Rosso, il fucsia ed il Berry sono i miei toni preferiti. Con quelli rosa e aranciati, al contrario, mi trovo piuttosto male :/

      Elimina
    2. Il Rosso, il fucsia ed il Berry sono i miei toni preferiti. Con quelli rosa e aranciati, al contrario, mi trovo piuttosto male :/

      Elimina
  6. anche io ho inserito Pink rose di Benecos nei miei everyday lipsticks ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pink rose ha trafitto il cuore di tutte e sta bene sia a calde che a fredde *-* davvero un prodotto ben riuscito :)

      Elimina
  7. Meeeeraviglia questi colori Elenia! Non ho potuto non notare che tra tutti ho solo Olè Flamingo che è beeen lontano da ciò che mi dona, ma a me piace tantissimo lo stesso >_< E anzi ora mi hai fatto tornare in mente il VGR che mi manca e se non lo prendo Ciulla dice che mi pista hihihi. E' super carino anche quello di Benecos devo dire :3 Ok basta non li guardo più prima di lanciarmi in acquisti errati eheheh ♥

    RispondiElimina
  8. no pure tu, non chiamatemi i rossetti liquidi tinte, poveri ç_ç
    questo è l'anno che ne prendo uno, giurin giuretta U_U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho piacere di chiamare le cose con proprio nome, sono d'accordo con definire rossetto liquido quelli Nabla ma queste di Bourjois sono vere e proprie tinte. Si fissano per tutto il giorno e tingono proprio le labbra. Figurarsi che non riesco a rimuoverle completamente nemmeno con l'olio di Cocco e il giorno dopo trovo ancora tracce di colore. Sto già valutando l'acquisto delle nuove tonalità *-*

      Elimina
    2. Quindi Bourjois chiamandoli lipstick e non lip stain non sa cosa ha prodotto?
      A me pure i Nabla (come altri di altre marche) si fissano tutto il giorno e tingono le labbra, ma non decido io come funziona una formula solo perché su di me campa tanto XD

      Elimina
    3. Infatti non decido ne io ne tu :D
      Bourjois li chiama ROUGE EDITION VELVET e non lipstick perchè si farebbe riferimento ad uno stick che, invece, non vi è. Non le chiama nemmeno lipstain o lip tint, lasciando libera l'interpretazione del prodotto. Tra l'altro anche Asos le definisce "tinte per labbra". Vuoi che non sappiano che cosa vendono? In ogni caso io descrivo un prodotto in base alla resa che ha per permettere a chi mi legge di capire la texture e il modo di comportarsi dello stesso. Motivo per cui ho definito il Pink Rose un burrocacao colorato e non un rossetto.

      Elimina
    4. appunto, rouge, termine francese che è poi la patria del brand (Asos è inglese e le sue traduzioni a volte sembrano prese da google translate...)
      In francese rouge sta per rouge à levres... quel termine che in italiano si traduce con rossetto, e in inglese con lipstick.
      Nella descrizione sul sito ufficiale del marchio in francese si dice esplicitamente che "Con Rouge Edition Velvet, Bourjois apre una nuova era nella storia dei rossetti" (mii come sono pomposi XD), ergo se sanno cosa vendono... vendono rossetti.
      http://www.bourjois.fr/maquillage/levres/rouge-velvet.html

      altro inciso se vogliamo andare sull'inglese... feelunique parla di lipstick
      http://www.feelunique.com/p/Bourjois-Rouge-Edition-Velvet-Lipstick-6-7ml
      asos.com in inglese di lip colour
      http://www.asos.com/Bourjois/Bourjois-Rouge-Edition-Velvet/Prod/pgeproduct.aspx?iid=4193280&cid=1451&sh=0&pge=0&pgesize=36&sort=-1&clr=Pink+pong&totalstyles=66&gridsize=3
      che è tra l'altro il nome scelto da Nabla che citavi prima per i suoi rossetti liquidi. E non è un caso.

      Lungi da me voler creare un casus belli su una cosa del genere, ma mi piange il cuore tutte le volte che i rossetti liquidi sono scambiati per altro.

      Elimina
    5. Un rossetto liquido, PER ME, è un prodotto la cui texture si percepisce sulle labbra anche dopo ore e ore. Il prodotto in questione, invece, è asciutto sin dall'applicazione. Questo mi porta a descriverlo come un tinta e non come un rossetto liquido, prodotto con cui di solito mi trovo male (Es. Lip color di Nabla o Apocalips di Rimmel). Quindi, nella mia esperienza una tinta è diversa da un rossetto.

      Nonostante l'azienda lo chiami rouge fa comunque una differenza dagli altri prodotti della gamma proprio perchè omette la dicitura lipstick; infatti, i rossetti del brand, intesi come propriamente tali, vengono chiamati ROUGE EDITION LIPSTICK. Questo mi fa pensare che un rouge (prodotto generico da labbra) sia cosa diversa da rouge lipstick (rossetto). Credo che ognuna possa chiamarlo come vuole in fondo. Ciò che chiamiamo rosa anche con un altro nome conserva sempre il suo profumo? ;)

      Elimina
    6. ok, d'ora in poi parleremo di polpette per riferirci ai rossetti e di patate per i blush.
      tanto scrivono lo stesso su labbra e guance no?

      scusa Elenia ma io sto con Bourjois, tra l'altro anche gli Apocalips di Rimmel hanno una versione opaca perché i rossetti liquidi opachi sono il trend del momento (vedi Anastasia Beverly Hills pure. Vedi Diego Dalla Palma... tra qualche mese li caccia anche MAC...)
      Io tra l'altro non li sento più sulle labbra neanche i non opachi... per me un conto è parlare dell'esperienza soggettiva, un altro, diverso, è decidere che essa cambi la formulazione a un prodotto.
      Poi ovvio, puoi usare tutte le polpette che vuoi XD

      Elimina
    7. Ma per me va benissimo che tu voglia definirlo come un rossetto liquido, sia chiaro :D Concretamente mi cambia poco se sia un rossetto o un burrocacao se poi sulle mie labbra si comporta come una vera e proprio tinta. Forse però ti capisco meglio se mi dici cosa è una tinta. Io sul mio blog parlo sempre della mia esperienza soggettiva, c'è sempre il filtro della mia percezione dietro ogni parola che scrivo. Anche le descrizioni dei colori sono soggettive, chi legge lo sa che non sono verità assolute. Proprio per questo mi fa piacere sentire opinioni contrarie come la tua *_*

      Elimina
    8. il problema è che non sono io che lo definisco così, ma l'azienda che lo produce e commercializza.
      Mi sta bene che tu non creda a me, ma Bourjois saprà bene cosa diamine vende, si spera.
      E qui chiudo.

      Elimina
    9. Bourjois lo definisce come Rouge Edition Velvet. Sul prodotto non vi è menzione di lipcolor, lipstick, lipstain, liptint, lipmarker o altro. Però se tu ne deduci che è un rossetto liquido vuol dire solo che hai capacità di analisi migliori delle mie, ma su questo non avevo alcun dubbio. Anzi :)

      Elimina
  9. Con la puntualità che mi contraddistingue ecchime :3
    Allora moglia hai scelto dei rossetti bellissimi, solo che funny face proprio non mi dice niente ç__ç Pink Rose non l'avrei mai calcolato se non ne avessi parlato tu, è bellissimo e piace pure a madreH che odia tutti i miei rossetti (però intanto s'è ciulata Craving) :D
    Il viva è un must, hai fatto troppo bene a comprarlo *_* Secondo me ha una base neutro fredda ma con i glitter che sono caldini: particolarissimo!

    RispondiElimina