[BeBio#9] Il bello delle donne!

mercoledì, ottobre 01, 2014

Credo che ognuno debba poter decidere con la propria testa e debba poter scegliere quello che è più giusto per sè. Nel mondo odierno, però, molte persone per ignoranza o stupida testardaggine sono ancorate ai luoghi comuni e ritengono che quello che sinora hanno provato sia il bene e che il nuovo sia il male. Sto parlando di mestruazioni, assorbenti (interni ed esterni), coppetta mestruale.


Non di rado ho avuto qualche conversazione con qualcuno che ha fermamente sostenuto la comodità degli assorbenti e con altre che hanno sostenuto la schifosità della coppetta mestruale. Riguardo alle seconde posso essere d'accordo perchè anche io sono stata scettica e dubbiosa dapprima. Riguardo alle prime mi chiedo: come può essere comodo un pezzo di plastica che assorbe sangue e puzza? Ci si accontenta semmai! Stilo una breve lista dei motivi per cui gli assorbenti andrebbero evitati.
  1. Inquinano l'ambiente. Per smaltire un assorbente esterno ci vogliono circa 500 anni.
  2. Puzzano. Per quanto possiamo cambiarli spesso non potremo mai evitare che il sangue raccolto e depositato emetta cattivi odori.
  3. Il materiale plastico con cui sono formulati non fa altro che contribuire al proliferare dei batteri.
  4. Non possiamo goderci il mare o la piscina. Gli assorbenti interni ci assicurano protezione solo per alcune ore e durante il bagno assorbono acqua costringendoci a doverli cambiare più spesso.
  5. Sono irritanti. Spesso la plastica che li compone irrita la nostre pelle causando rossori e prurito.
  6. Macchiano. Almeno una volta nella vita sarà capitato a tutte di svegliarsi col pigiama sporco o di umiliarsi accorgendosi di avere una macchia proprio sui nostri jeans chiari preferiti.
  7. Limitano. Non possiamo fare tutti gli sport che vorremmo, perchè col nostro movimento si muovono anche loro.
  8. Costano. Utilizzarli nuoce gravemente al nostro portafogli.
Se tutti questi aspetti a voi vanno bene, tanto meglio! A me hanno dato fastidio sin dall'età di 10 anni, momento della prima mestruazione. Quando sul web sono venuta a conoscenza di uno strano strumento che potesse sostituire gli assorbenti non ho esitato ad informarmi e se non avessi avuto l'appoggio virtuale di chi ci era già passato probabilmente starei ancora a cambiare assorbenti ad ogni ora.

Questo magico aggeggio è la coppetta mestruale, qui vi spiego come usarla! Dopo un anno di utilizzo mi sento veramente meglio, sia rispetto alla possibilità di poter svolgere la mia vita sociale come meglio voglio, sia nei confronti dell'ambiente. Con la coppetta riduco completamente i fastidi derivanti dal ciclo e posso permettermi il lusso di stare sino a 12 ore senza pensarci. Posso indossare qualsiasi tipo di abbigliamento io voglia, la notte non devo alzarmi per cambiarmi e non mi sveglio mai sporca. Al mare posso stare tranquilla tutto il tempo senza la preoccupazione di correre a cercare il bagno. Scusate l'entusiasmo, ma chi prova la coppetta rivoluziona in meglio la propria vita e si dispiace per tutte quelle che invece non vogliono innovarsi preferendo gli assorbenti.





Anche quando ho il ciclo io sono #bebio, perchè non inquino. 
Cerco di rispettare l'ambiente anche quando scelgo i detergenti per lavare la coppetta. Di solito uso lo stesso sapone che scelgo per le mie parti intime. Mi trovo molto bene con i detergenti delicati multiuso, come quello Alkemilla di cui vi ho parlato qui. Non di rado mi capita anche di lavare la coppetta con le saponette solide, tra le mie preferite vi nomino quella La Saponaria.



Mi rendo conto che questo post può risultare un po' vuoto ma, messa da parte la consapevolezza della cosa, non so come esprimervi il mio entusiasmo per la coppetta se non invitandovi a provarla. Se ne trovano anche di molto economiche, ad esempio la Yuuki su TerraGaiaShop, e noterete subito i vantaggi che offrono. Spero di leggere nei vostri commenti tanti feedback sul tema. La usate già? Vi spaventa?

You Might Also Like

0 commenti